è maggio e mi girano i coglioni

Volevo scrivere un post diverso. Volevo scrivere di quanto è bella la primavera, di quanto la mia vita mi piaccia e di quanto mi senta amata, felice e via di seguito. E invece non mi va. Che quelli che sono sempre contenti e in armonia e in equilibrio con tutto l’universo e non c’hanno mia […]

Una semplice questione di prospettiva

Mi lascio alle spalle una delle settimane più difficili della mia vita. E sapete una cosa? Non voglio parlarne. Non voglio proprio pensarci. Che di merda ne ho affrontata abbastanza e comunque in confronto a certe persone che conosco il mio è stato solo un blando antipastino. Quindi testa alta, maniche rimboccate e pedalare, che […]

Cose di un altro brutto mondo

Ieri c’era l’assemblea dei genitori della  scuola materna del piccoletto. E io lo sapevo, che non ci dovevo andare. Che mi conosco e lo so, lo so benissimo che la mia già scarsa tolleranza verso chi si fa delle pippe inutili si acutizza quando noto che le suddette pippe inutili vengono riversate sui bambini. Che […]

Ognuna ha la suocera che si merita. Ma anche no.

Io sono una persona fortunata sotto tantissimi aspetti. Ne sono consapevole. Una delle tante fortune che ho, oltre a un figlio buono che si ammala poco, rompe zero e dorme come un sasso da quando è nato tutta la notte e anche tre ore tutti i pomeriggi è una suocera spettacolare. Il fatto è che […]

My shiny Xmas List

Caro Babbo Natale, siccome mio figlio ha la varicella e soprattutto ha – dettaglio non trascurabile- solo tre anni e mezzo, è un po’ difficile che si metta giù di buzzo buono a scriverti la letterozza. Che non sa proprio scrivere, il nano. E allora ci penso io dai, che altrimenti poi ti senti trascurato […]

Given to Fly

La sveglia suona presto, che se ho due amici mattinieri non posso mica farci niente. Ho lo stomaco stretto come in una morsa: cerco di ignorare la cosa dando un’ultima passata di rossetto. Rosso fuoco, come il vestito. Cammino un po’ incerta sui tacchi, che da quando sono mamma li metto tra il niente e […]

Agosto, Riccione mia non ti conosco

 Il popolo della ciabatta di plastica e della palla rimbalzante arriva in Riviera verso l’otto-dieci di agosto e stanzia in pensioni a una massimo due stelle, o bed and breakfast con livelli di igiene piuttosto promiscui. I più temerari di questa specie pernottano direttamente in auto e bivaccano nei bar o nelle tante piadinerie che […]

introspezione

Tempo di bilanci nella mia testa. Del resto, nonostante il clima possa trarre in inganno, mancano 2 giorni a giugno e quindi la prima metà del 3013 l’abbiamo sfangata. Sul come ho un po’ di riserve, ma tant’è. La verità è che quest’anno è strano. Mi sento come se qualcosa dentro di me ribollisse piano, […]

Il sogno di Aurora

Aurora entrò in casa, lanciò chiavi e portafoglio sulla mensola del soggiorno. Rimase in penombra, accendendo solo la lampada in carta di riso nell’angolo del soggiorno. Le piaceva la pastosità delle ombre proiettate sui muri, la sensazione delle pupille che si dilatavano per adattarsi agevolmente alla semi oscurità. Si tolse gli stivali e le calze […]