e le promesse non mantenute

Giuro che ci ho provato. Si si. Avevo fatto tutti i buoni propositi ecc, mi ero ribadita più volte di potercela fare e avevo preteso e ottenuto il supporto di tutti, Chef compreso. E poi… E poi succede che venerdì tirava un garbino* da far paura, erano 40 gradi all’ombra, ero stanca, Titu era stato […]

politically incorrect

Location: dal fruttivendolo.  Mi scapicollo per prendere le biete (che non si sa perché certi negozi, tra cui i fruttivendoli, si sviluppino in altezza) e spostare il passeggino con dentro Titu ogni 3×2 perché ovviamente ovunque io lo posizioni è inevitabilmente in mezzo ai coglioni.  Sudata come dopo la maratona di New York mi trascino […]

Spinning round and round

Non so se sia più faticoso star dietro a mio figlio di sette mesi o a mia madre, che ha sessantasei anni suonati e deve rispettare l’imperativo del medico di prendersi una bella pausa dagli impegni che le gravano sulle spalle e cercare di rilassarsi. Ora. Mia madre possiede una percentuale di cocciutaggine non indifferente, […]

“to mom or not to mom…

…that is the question” . è che io, sinceramente, è una settimana che avevo in mente tutto un altro post. Che di carne al fuoco ce ne sarebbe anche tanta, dalla cattura (vera o presunta) con conseguente uccisione (anche questa vera o presunta) di Osamino-son dieciannichesonquienonvenesieteaccorti-BinLaden ai referendum del 12 giugno, al Royal Wedding che […]