I Am Mine

L’anno è iniziato con un virus intestinale che levatevi tutti. E anche di corsa, che mi girano i coglioni. Sì, perché non ho fatto in tempo ad accorgermi che quelli che avevo non erano postumi da festeggiamenti di Capodanno che Titu ha cominciato a vomitarsi anche l’anima. Io posso sopportare di tutto, non per niente […]

Cambi di stagione e crisi da dress code

Ieri, colta da un’ondata di puro masochismo ho detto alla Mutti “ti secca mettere a dormire Titu qui da te in pausa pranzo? No così ne approfitto e faccio il cambio degli armadi”. Non mi chiedete perché mi vengono certe idee, perché tanto non lo so. Da notare che la Mutti ha accolto la mia […]

carpe diem e poche pippe

Mentre guardavo una replica di Pan Am (si, guardo le repliche dei telefilm che ho già visto, come mia nonna) in cui le quattro ganzissime hostess se la spassano allegramente a zonzo per Parigi mi sono sentita più triste di una caccola secca attaccata sotto un banco di scuola. Di quelle vintage che trovavi a […]

short fast news

che lo so bene da sola, che sarebbe anche ora di aggiornare. Ma (c’è sempre un ma, cazzarola): 1. ci siamo intrippati con The Mentalist, Chef e io e ogni sera si fa tipo l’una a guardare una puntata dietro l’altra. Due pazzi furiosi, che mangiucchiano Haribo (Isa, perdonami!!!) e commentano rapiti ogni mossa del […]

L’insostenibile leggerezza dell’essere

No, non parlerò del bellissimo romanzo di Kundera. Tutt’altro. É che ieri pomeriggio stiravo. Già di per sé la pratica è, per la sottoscritta, particolarmente frustrante. Ci ho aggiunto il mio tocco masochista personale mettendo in sottofondo il nuovo disco dei Litfiba e tempo tre camice e due paia di jeans e sono andata in […]

in run we trust

Sole. Negli occhi, di traverso. Sulla pelle, finalmente, dopo mesi di grigio. Vento. Fresco, in faccia. Gentile, nei capelli. Occhi. Finalmente guariti e mobilissimi. Lo sguardo che si sposta in continuazione, per fissare ogni cosa, per imprimerla nella memoria come fosse la prima volta dopo anni. Ed infatti è un po’ così. Non servono più […]