Let your children play and Merry Fucking Christmas

Il fuoco crepita nel camino, il gatto dorme sul divano, in sottofondo c’è una sinfonia di Borodin e nessuno interagisce verbalmente con la sottoscritta (leggi: i due maschi di casa fanno il riposino pomeridiano, sempre sia lodato). La varicella è passata, resta solo da vedere se io la stia covando o meno: lo scopriremo solo […]

e invece no

Gli elementi per crederci c’erano tutti: il sole leggermente tiepidino, l’aria un po’ frizzantina, le giornate visibilmente più lunghe, l’ormone un po’ meno assonnato, lo yogurt che scade a marzo (ah non lo sapevate che la scadenza dello yogurt per me segna il cambio delle stagioni? ecco, adesso lo sapete, che sono a tutti gli […]

Ode alla lentezza

Giovedì scorso la mia amica mi ha portata con sè a provare una lezione di yoga. Ci sono andata con una grandissima curiosità, dote che mi contraddistingue da sempre, ed ho volutamente lasciato la mia capacità di osservare le persone e il mio spirito critico a casa. E ho fatto bene. Anzi, mi ha fatto […]

I Am Mine

L’anno è iniziato con un virus intestinale che levatevi tutti. E anche di corsa, che mi girano i coglioni. Sì, perché non ho fatto in tempo ad accorgermi che quelli che avevo non erano postumi da festeggiamenti di Capodanno che Titu ha cominciato a vomitarsi anche l’anima. Io posso sopportare di tutto, non per niente […]

primi amori

Mio figlio si è innamorato. A due anni (tutto suo babbo…). Già vi immagino, voi lettori, a fantasticare di un piccolo bambino buffo e tenero che si invaghisce della coetanea con i boccoli e la gonna a balze rosa a pois. Che bell’immagine, da cariarsi i denti tutta la vita. E invece no. No, lui […]

Sono in ferie e piove. Cazzen.

Era da dire che proprio quando io e Chef ci prendiamo una settimana di ferie (praticamente l’unica che facciamo in un anno solare) dal cielo scendono secchiate d’acqua che manco le vedono in India durante i monsoni, no? E che cazzo. Vabbè, mi son detta, pigliamola con filosofia. Intanto stamani, mentre Chef sonnecchiava annichilito dal […]

Billy, ovvero la svedese che c’è in me

Se faccio una petizione per abolire il lunedì, la firmate? Che schifo. Non so voi, ma io ho sempre la faccia di un colorito grigiastro, il lunedì mattina. Che in teoria il weekend servirebbe a rifiatare e invece io ci arrivo sempre sui gomiti alla domenica sera. Sabato abbiamo visto bene la casa e sarebbe […]