Comunicazione di servizio

Onde evitare di fare nomi o allusioni puramente casuali che poi alla fine tanto casuali non sono, ho inserito soprannomi a persone che compaiono (e che compariranno) tra le pagine di questo blog.

Questo perché sarebbe a dir poco seccante che qualcuno a cui sto più o meno sugli zebedei (e viceversa, obiviously) capitasse qui e leggesse i cazzi miei e delle persone che amo così, a tempo perso.

Non è paranoia, è rispetto delle persone che cito quando racconto la mia vita.

Comunque, in alto alla vostra destra trovate la pagina “Io e il blog: istruzioni per l’uso” : ecco, lì ci sono tutti gli strumenti interpretativi del caso.

Così non vi troverete spiazzati.

I soprannomi li metto io, quindi non vi meravigliate se non hanno un verso.

Ciauz.

3 commenti su “Comunicazione di servizio

  1. MA sai che ci penso pure io, solo che evito di fare pubblicità al blog tra i “vicini” perchè vorrei mantenere la libertà di sparare come mi pare (in ogni caso anche io i nomi li cambio, ma per uno che mi conosce si capiscono di brutto) 🙂

  2. sorrido
    ma certa gente non c’ha proprio nulla da fare…
    comunque io ti leggo uguale, soprannomi o no 🙂

  3. @Lu: io non faccio troppissima pubblicità al mio blog tra i vicini…ma magari ci capitano (anche cercando i miei libri on line per dire) per caso. Poi dai, mi piace un sacco dare soprannomi alla gente, è una mia debolezza 😀
    @Not: eh grazie 🙂 Io ti leggo pure, e se mi rimedio magari riesco pure a commentarti ogni tanto…

I Commenti sono chiusi.