satisfaction is my way of life

Ok, ci stava tutto questo colpo di coda finale dell’inverno. Che, diciamocelo, almeno qui da noi non è che sia stato poi così rigido. Quindi ok l’abbassamento delle temperature, ok la pioggia, ok il vento. Però insomma, aveva anche un po’ rotto le palle ed è stato un bene che se ne sia andato. Oggi, […]

Let your children play and Merry Fucking Christmas

Il fuoco crepita nel camino, il gatto dorme sul divano, in sottofondo c’è una sinfonia di Borodin e nessuno interagisce verbalmente con la sottoscritta (leggi: i due maschi di casa fanno il riposino pomeridiano, sempre sia lodato). La varicella è passata, resta solo da vedere se io la stia covando o meno: lo scopriremo solo […]

My shiny Xmas List

Caro Babbo Natale, siccome mio figlio ha la varicella e soprattutto ha – dettaglio non trascurabile- solo tre anni e mezzo, è un po’ difficile che si metta giù di buzzo buono a scriverti la letterozza. Che non sa proprio scrivere, il nano. E allora ci penso io dai, che altrimenti poi ti senti trascurato […]

Il post della Piastrella

I commenti di Claudia e Graziella in questo post mi hanno dato un ottimo spunto sul quale riflettere; complice è anche l’ultimo periodo un po’, ahem, in salita. Che io quando il tempo mi manca, quando il sonno è poco e le cose da fare si moltiplicano manco fossero pani e pesci (citazione che fa […]

a volte ritornano. ma solo a volte.

Ho fatto passare un mese dall’ultimo post. E sì che ne avrei di cose da raccontare, che non mi sono ancora fermata un attimo a rifiatare e anche lo bloggo alla fine ha messo un po’ di ragnatele. Ma non gliele levo fino a giovedì, che fa figo la ragnatela per Halloween. Ormai ragiono per […]

Tira il garbino, soffre la Romagna.

è garbino. E si sa che quando è garbino il romagnolo c’ha le palle girate. A me viene anche un po’ di mal di testa, sarà anche per l’Aulente rosso di ieri sera e l’ammazza caffè che è andato via col gomitino un po’ altino, ma questa è un’altra storia. Il bello del garbino è […]

Contro la Noia, per non salvare le apparenze.

Qualche giorno fa mi è stato chiesto, appurato il fatto dell’esistenza del mio blog, quanti “followers” avessi. La mia risposa laconica “quanto basta” ha fatto desistere il soggetto a indagare ulteriormente. Probabilmente ha interpretato correttamente la realtà e cioè che c’è pochissima gente che sa dell’esistenza di questo posto. E no, contrariamente a quello che […]

e invece no

Gli elementi per crederci c’erano tutti: il sole leggermente tiepidino, l’aria un po’ frizzantina, le giornate visibilmente più lunghe, l’ormone un po’ meno assonnato, lo yogurt che scade a marzo (ah non lo sapevate che la scadenza dello yogurt per me segna il cambio delle stagioni? ecco, adesso lo sapete, che sono a tutti gli […]