Emicrania e Consapevolezza.

No, non mi ha preso sotto un tir: semplicemente, è un mese che ho l’emicrania. Direi che mi sono ufficialmente rotta i coglioni. Dichiaro ufficialmente chiuso il periodo del soffrire e aperto quello del “fare per migliorare”, dove per fare non intendo andare dal dottore e farmi prescrivere il pasticcone bomba che mi fa sì passare […]

Causticamente, a random.

Come va? Oddio, diciamo che non avrebbe senso lamentarsi. Con i tempi che corrono avere la salute, una casa, un lavoro e un figlio e un marito spettacolari è tutto grasso che cola a fiotti. No, infatti non mi lamento. Piuttosto penso che ci siano ampi margini di miglioramento, quello si. Mai credersi arrivati, del […]

Keeping Up Appereances

Avete presente quei tipi che non si incavolano mai? Quelli che anche quando sono in fila alla posta hanno un’espressione rilassata e che se provi ad attaccarci un po’ bottone cercando solidarietà al massimo se ne escono con un “mah, cosa vuoi, tanto anche se ti arrabbi non è che la fila si sveltisce”? Quelli […]

Keep Calm and Go to School

Volevo scrivere tutto un altro post. Volevo scrivere qualcosa per il compleanno di Titu, o anche qualche frase bella riguardo al fatto che i nostri amici olandesi sono di nuovo qui e ci aspetta un weekend di quelli carichi a molla. E invece no.  Perché io, quando leggo sulle prime pagine dei quotidiani striscioni come […]

#italia

è un paese strano, l’Italia. è un paese che piange per la crisi, ma che si vanta delle code infinite di gente in fila per l’iPhone 5. è un paese che si indigna per gli illeciti dei partiti e delle regioni, ma che continua ad andare allo stadio ogni domenica, nonostante chi dovrebbe scendere in […]

Killing in the name of…

…cantava il buon Zach de La Rocha… è sempre così. Quando decido che non riuscirò ad aggiornare per qualche tempo, va sempre a finire che in qualche modo qualcuno o qualcosa mi faccia girare immensamente le palle. Mentre mi mangiavo le mie uova al tegamino sola soletta nel mio tinello tristanzuolo e spoglio ecco che […]

L’amicizia ai tempi del Tag

Era un po’ che avevo in mente di compiere l’insano gesto. E oggi, mentre sorseggiavo un’ottima birra artigianale doppio malto aspettando che l’arrosto cuocesse in forno, l’ho fatto. Ho disattivato il mio account Facebook. Così, d’impulso e senza un motivo specifico. Ma è stramaledettamente ovvio che un gran bel motivo di fondo c’è. C’è che […]

L’insostenibile leggerezza dell’essere

No, non parlerò del bellissimo romanzo di Kundera. Tutt’altro. É che ieri pomeriggio stiravo. Già di per sé la pratica è, per la sottoscritta, particolarmente frustrante. Ci ho aggiunto il mio tocco masochista personale mettendo in sottofondo il nuovo disco dei Litfiba e tempo tre camice e due paia di jeans e sono andata in […]

Del perché non mangio -più- pesce crudo

Prima di rimanere incinta ero una consumatrice saltuaria di cibo crudo, sia carne che pesce indistintamente. Poi, essendo risultata negativa al test della toxoplasmosi, per nove mesi ho dovuto rinunciare a quasi tutti gli alimenti crudi (dico quasi perché la frutta e la verdura le ho sempre consumate, ma solo a casa e lavate accuratamente […]